• STORIE DI PIATTI E TERRITORI
  • STORIE DI PIATTI E TERRITORI
  • STORIE DI PIATTI E TERRITORI
  • STORIE DI PIATTI E TERRITORI
  • STORIE DI PIATTI E TERRITORI
di margherita Food Lover

Fagioli all'uccelletta

fagioli-alluccelletta

I legumi – ceci, fagioli, fave, lenticchie – fanno parte della tradizione italiana, dato che sono tra gli alimenti protagonisti della cosiddetta “cucina mediterranea”, all’interno della quale svolgono un ruolo importante, quello di apportare proteine vegetali che spesso e volentieri in passato sostituivano quelle di origine animale, di cui nelle campagne vi era minor disponibilità. Ora si dà anche il caso che ceci, fagioli, “baccelli” e lenticchie siano i grandi protagonisti della cucina classica toscana, specialmente di quella rurale. In Toscana non si sono mai trascurate queste preparazioni: la cecina, ad esempio, oppure i baccelli col pecorino fresco rientrano tra i piatti storici regionali.

E vogliamo parlare dei fagioli all’uccelletta? Sono squisiti. Perché si chiamano così? Il Pellegrino Artusi nel suo famoso trattato "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" ne dà una spiegazione. Ma ora vi conto proprio come’è andata, secondo me.

Nella cucina fumosa dei vapori del paiolo sul focolare tre ragazzini hanno fame, una fame tremenda.

Uno dice: - Ho visto che il signor Vanni schidionava certi grassi tordi sullo spiedo -.

L’altro risponde: - Io ho visto la signora Cecca mentre spennava le quaglie tonde tonde come ova per ficcarle sullo schidione - .

Il terzo fa: - Or ora ho ben visto il signor Lamberto col paniere pieno di piccioni, e diceva alla su’ moglie, oh Beppina, falli colla salvia!

La loro mamma non si perdette d’animo. Cavò dal sacchetto di iuta tre belle manciate di fagioli dell’ultimo raccolto e disse: “N’avè paura, che l’uccelletta la si fa pure noi!”. Dall’orto prese salvia, rosmarino e pomodoro. Lessò i fagioli, e li ripassò nella salsetta con le erbe aromatiche con cui quei ricchi signori si condivano gli spiedi. “Che bontà!” fecero i tre “cittini” e avevano i lacrimoni per l’emozione di quel piatto così gustoso.

Ingredienti

per 4 persone
500 gr di cannellini secchi (o già cotti al vapore,) 200 gr di pomodori pelati, 2 spicchi d'aglio, rosmarino, salvia, olio extravergine di oliva, sale, pepe nero macinato al momento

1- Se si usano fagioli secchi, metterli in ammollo la sera prima in acqua fredda. Il giorno dopo, sciacquarli e scolarli.

2 - Cuocere i fagioli secchi in acqua fredda senza aggiungere sale, a fuoco medio per circa 2 ore. Quando sono cotti, ma ancora un po' indietro, scolarli col mestolo forato.

3 - Se si usano fagioli già cotti al vapore, scolarli dalla loro acqua di conservazione.

4 - In un tegame basso versare l'olio e aggiungere gli spicchi di aglio sbucciati interi.

5 - Lasciare soffriggere e aggiungere i pomodori lasciandoli disfare a fiamma dolce.

6 - Unire i fagioli mescolando con delicatezza per non romperli.

7 - Aggiungere un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia, salare.

8 - Cuocere almeno 10 minuti col coperchio, fino a quando salsa e fagioli saranno ben bene amalgamati.

9 - Impiattare, aggiustando col pepe nero appena macinato e un filo d'olio extravergine d'oliva.

Commenti

STORIE DI PIATTI E TERRITORI

margherita 13-03-2015 22:09

Ciao, i fagioli usati per l'uccelletto o l'uccelletta - a proposito, entrambi i termini sono accreditati, nella nostra "contrada" usiamo di più l'uccelletta - sarebbero i cannellini, o meglio ancora i toscanelli, che però sono meno diffusi sul mercato nazionale. Con i borlotti o quelli di Spagna, e con la pancetta: ogni cosa si può fare, se gradita al gusto, però siamo un po' lontani dalla preparazione della tradizione toscana!

STORIE DI PIATTI E TERRITORI

ramerrez 13-03-2015 19:14

"fagioli", naturalmente, maledetto zoccoletto...

STORIE DI PIATTI E TERRITORI

ramerrez 13-03-2015 19:14

bellissimo

Comunque, scusa, scusate: si dice faglio all'UCCELLETTO

STORIE DI PIATTI E TERRITORI

Gregorio 13-03-2015 01:14

E' uno dei piatti preferiti di mio figlio (quello grande), ma li chiamiano però all'uccellettO, maschile, chissà perché e mettiamo prima a sfrigolare la salvia e la salsa di pomodoro dopo.
Ma solo con i cannellini o anche con i borlotti? Noi selvaggi longobardi facciamo un po' con quello che c'è (e a volte ci mettiamo anche un pezzettino di pancetta, sacrilegio!:-)

STORIE DI PIATTI E TERRITORI

margherita 09-03-2015 00:31

Grazie, Claudio, ed è vero, hai ragione, la cucina toscana vanta molti piatti "semplici", che possono contare su ingredienti ottimi, e le migliori materie prime! Nessuna necessità di preparazioni eccessivamente sofisticate e artificiose. Sono squisiti così, e la gente nel mondo li apprezza proprio per questo. Perché sono universali.
STORIE DI PIATTI E TERRITORI

19claudio 06-03-2015 20:56

Complimenti Margherita, un piatto tanto semplice quanto buono!!!!